Category: homepage

Come conservo gli ortaggi? Quali metto in frigorifero e quali no?

Anche adesso che la stagione calda è in arrivo, è importante capire come è meglio conservare gli ortaggi. Spesa fatta, ma la domanda che, spesso, ci si pone quando si comincia a sistemare è: questo alimento va dentro o fuori dal frigo?

E se alle volte siamo portati a riporre tutto al fresco perché siamo convinti che il caldo tende a deteriorare, altre volte invece è opportuno pensare bene a come conservare i prodotti. Esistono alimenti, infatti, che dovrebbero rimanere a temperatura ambiente, comunque lontano da fonti di calore e magari in ombra e all’asciutto, così da conservare al meglio le proprie caratteristiche organolettiche e non guastarsi. È bene sapere, infatti, che alimenti come mele, avocado, banane, pomodorini e in generale frutta esotica e agrumi sarebbe meglio conservarli a temperatura ambiente.

Importante è sapere che anche l’aglio e la cipolla con il freddo e l’umidità rischiano di germogliare e marcire più velocemente, motivo per cui vanno conservati in un ambiente asciutto e fresco come in una dispensa o un ripostiglio.


Anche il basilico, pur essendo una pianta aromatica abbastanza fragile, non andrebbe conservato in frigo, ma lasciato in un luogo non soleggiato e sufficientemente fresco, comunque non freddo. Anche le patate andrebbero lasciate in un posto asciutto, non troppo caldo e, soprattutto, buio.

Tra gli alimenti che, invece, necessitano di temperature fredde ci sono l’anguria e il melone. La conservazione in frigoriferi in questo caso è necessario perché, contenendo essi molta acqua, a temperatura ambiente rischierebbero di deperire più facilmente. Al freddo anche i mirtilli, le fragole e ortaggi come carotesedanoinsalata broccoli: questi ultimi meglio se conservati nell’apposito cassetto. 

Segui questi consigli e conserverai al meglio e più a lungo i tuoi prodotti.

Lo chef internazionale Antonino Sanna ospite, per tre giorni, in casa IdealMarket.

Antonino Sanna porta la sua maestria culinaria ai giovani talenti Eurospar-Ideal Market.

Per tre giorni, la gastronomia Eurospar – Ideal Market si trasforma in un vivace laboratorio culinario, grazie alla presenza del rinomato chef internazionale Antonino Sanna. Con il patrocinio della Confcommercio, Sanna condurrà una serie di workshop esclusivi, dalla durata di tre giorni, destinati a ispirare e formare la prossima generazione di cuochi.

Lo chef Sanna, noto per la sua abilità nell’utilizzare prodotti freschi del mare e del terreno, ha portato una ventata di creatività e innovazione attraverso dimostrazioni pratiche e sessioni interattive. Le nostre brigate avranno l’opportunità unica di imparare direttamente da un maestro della cucina, approfondendo tecniche avanzate e filosofie culinarie che definiscono la moderna cucina mediterranea.

“È essenziale fornire ai giovani cuochi le competenze e la conoscenza necessarie per eccellere in questo campo competitivo,” ha affermato Sanna. “Questi giorni saranno ricchi di apprendimento e spero di trasmettere ai ragazzi la passione e la curiosità che alimentano ogni grande chef.”

I workshop si sono concentreranno su diverse specialità, tra cui la preparazione di piatti a base di pesce fresco e la valorizzazione degli ortaggi di stagione. L’approccio hands-on permetterà agli studenti di esercitarsi in cucina creando piatti innovativi sotto la guida attenta di Sanna.

La collaborazione tra la Confcommercio, Despar – Ideal Market e lo chef Antonino Sanna non solo arricchisce l’esperienza educativa dei nostri ragazzi, ma ha rafforza l’impegno del marchio nella promozione dell’eccellenza culinaria e della formazione professionale. L’evento evidenzia l’importanza del continuo apprendimento e della passione, qualità che Despar – Ideal Market considera fondamentali per la crescita del team e per una eccellente soddisfazione dei suoi clienti.

Con il successo di questa iniziativa, Despar – Ideal Market si impegna a continuare a portare all’interno dei suoi punti vendita una qualità alta fatta di passione, professionalità, qualità e costante formazione.

Le proprietà della frutta in base ai colori.

I colori della frutta possono essere vari e ognuno rappresenta diversi benefici e proprietà nutrizionali per questo consumare una varietà di frutta colorata può aiutare a garantire un adeguato apporto di sostanze nutrienti essenziali per la salute e il benessere generale.

Ma vediamo di scoprire le proprietà associate ai vari colori.

La frutta rossa ha molte proprietà benefiche per la salute, essendo ricca di antiossidanti, vitamine (come la vitamina C) e minerali essenziali. Questa categoria di frutta include fragole, ciliegie, mirtilli, lamponi, melograni e ribes, tra gli altri. Consumare regolarmente frutta rossa può aiutare a ridurre il rischio di malattie cardiache, migliorare la salute della pelle e sostenere il sistema immunitario. Inoltre, la frutta rossa è spesso molto gustosa e aggiunge un tocco di dolcezza naturale a molti piatti e dessert.

La frutta arancione può essere di diversi tipi, ma le principali varietà sono arance, mandarini, pesche, albicocche, e meloni. Questi frutti sono generalmente ricchi di vitamina C, fibre e antiossidanti, e possono aiutare a mantenere il sistema immunitario sano, migliorare la digestione e contribuire alla salute della pelle. Inoltre, molti di essi sono anche ricchi di potassio, che è essenziale per mantenere il corretto funzionamento del cuore, dei muscoli e del sistema nervoso. In generale, la frutta arancione è una scelta sana e deliziosa per aggiungere un tocco di colore e sapore alla tua dieta.

La frutta gialla può includere una varietà di frutti con differenti qualità e proprietà nutrizionali. Alcuni esempi di frutta gialla includono banane, mango, ananas, pesche, albicocche e limoni. Le proprietà nutrizionali della frutta gialla dipendono dal tipo di frutto, ma generalmente sono ricchi di vitamine, minerali e antiossidanti che sono importanti per la salute. Ad esempio, le banane forniscono potassio e fibre, i mango sono ricchi di vitamina C e beta-carotene, e gli ananas contengono bromelina, un enzima digestivo. Inoltre, la frutta gialla è spesso una fonte naturale di zuccheri naturali, ma anche di fibre e altri nutrienti importanti per la salute.

La frutta verde tende ad essere ancora acerba e non completamente matura. Questo significa che potrebbe essere meno dolce e succosa rispetto alla frutta matura. Tuttavia, la frutta verde è spesso ricca di antiossidanti e altre sostanze nutritive benefiche per la salute, come le vitamine e i minerali. Ad esempio, le mele verdi contengono più acido ascorbico e mele verdi rispetto alle mele mature. Inoltre, la frutta verde è spesso più croccante e fresca, e può anche essere utilizzata in preparazioni culinarie per aggiungere un tocco di freschezza e colore.

La frutta viola e blu è generalmente ricca di antiossidanti, vitamine, minerali e fibre. Questi composti sono noti per favorire la salute del cuore, proteggere le cellule dal danneggiamento ossidativo, migliorare la digestione e sostenere il sistema immunitario. Alcune delle frutta più comuni con queste tonalità sono le more, mirtilli, uva nera e prugne. Ecco perché è consigliabile includere regolarmente queste varietà di frutta nella propria dieta.

È importante includere una varietà di frutta di diversi colori nella propria dieta per assicurarsi di ottenere una gamma completa di nutrienti.

È primavera! Cosa portare in tavola?

La primavera è finalmente arrivata e porta con sé una vasta gamma di prodotti di stagione da portare in tavola. Questo periodo dell’anno è caratterizzato da una grande varietà di frutta e verdura fresca e gustosa, che può essere utilizzata per preparare deliziose ricette primaverili.

In questa stagione, è possibile trovare sulle nostre tavole verdure come carote, piselli, asparagi, zucchine e fagiolini, che sono ricchi di vitamine e sali minerali importanti per il nostro benessere. Questi ortaggi possono essere utilizzati per preparare insalate fresche, contorni colorati e gustose zuppe primaverili.

Tra la frutta di stagione più gustosa della primavera troviamo fragole, ciliegie, albicocche e pesche, che sono perfette per preparare dolci leggeri e freschi come crostate, torte e gelati. Questi frutti dolci e succosi sono ideali per la colazione o per una golosa merenda all’aria aperta.

Inoltre, la primavera è il periodo ideale per consumare pesce fresco, come sgombro, orata e branzino, che sono ricchi di proteine e Omega-3. Questi pesci possono essere cucinati alla griglia, al forno o al vapore e accompagnati con verdure di stagione per un pasto leggero e salutare.

Per completare la nostra tavola primaverile, non possiamo dimenticare di aggiungere qualche erba aromatica fresca come basilico, prezzemolo o menta, che daranno un tocco di freschezza e profumo alle nostre ricette.

In conclusione, la primavera è il momento perfetto per gustare i prodotti di stagione freschi e saporiti che la natura ci offre. Approfittiamo di questa ricca varietà di frutta, verdura e pesce per preparare piatti leggeri e salutari che ci aiuteranno a rinforzare il nostro benessere e a godere appieno di questa meravigliosa stagione.

Buon appetito!

Le formagelle: tra storia e tradizione.

Le formagelle sono dolci tipici della tradizione sarda, preparati con ingredienti semplici come formaggio fresco, zucchero, uova e aroma di limone. Questi dolci vengono preparati in diverse varianti e modi di cottura, a seconda della zona e delle tradizioni locali.

Alcuni nomi delle formagelle in Sardegna includono “casadinas” nella zona di Nuoro, “pardulas” nella zona di Oristano e “arrisolus” nella zona di Sassari. Ogni nome è legato alla tradizione culinaria locale e alla ricetta specifica utilizzata per preparare le formagelle.

Le ricette delle formagelle in Sardegna possono variare leggermente da un paese all’altro, ma solitamente prevedono la preparazione di un impasto con formaggio fresco grattugiato, zucchero, uova e scorza di limone. L’impasto viene poi modellato in piccole forme e cotto al forno fino a ottenere una consistenza dorata e croccante.

La storia ci racconta che nei giorni prima di Pasqua, le donne del paese si riunivano nelle case per preparare insieme le formagelle, mescolando gli ingredienti con cura e passione, seguendo antiche ricette tramandate nel tempo. Il profumo del formaggio fresco si diffondeva per le strade del paese, così come il profumo del dolce che cuoceva lentamente nei forni a legna dei cortili delle case.

Le formagelle sono dolci morbidi, gustosi e profumati, preparati con formaggio fresco e ricotta di pecora, tipici della gastronomia sarda. La loro preparazione richiede tempo, cura e dedizione, e viene tramandata di generazione in generazione da madre in figlia.

Una volta pronte, vengono decorate con zuccherini colorati e vengono offerte agli amici e ai parenti in segno di condivisione e convivialità. Il loro sapore unico e autentico conquista tutti i palati e lascia un ricordo indelebile in chi le assaggia.

Le formagelle sono il simbolo della tradizione e dell’identità sarda, un dolce che porta con sé secoli di storia e cultura. Ogni morso è un viaggio nella Sardegna più autentica, un’esperienza che riempie il cuore e soddisfa il palato di chiunque abbia la fortuna di assaggiarle.

Questo dolce ricco di tradizione era un vero regalo per la vista e il palato, simbolo di un passato ricco di radici, di storia e di una cucina semplice ma autentica.

Oggi, ancora gustando le formagelle, possiamo rivivere quel senso di appartenenza, di radici profonde e di gioia condivisa, un momento di convivialità che rinnova l’anima e i legami familiari.

Profumi e sapori in cucina

Le erbe aromatiche sono un vero e proprio tesoro nella cucina, in grado di conferire ai piatti un tocco di freschezza, profumo e sapore unico. Esse sono elementi essenziali per arricchire le nostre pietanze e renderle ancora più gustose e sfiziose.

Quelle più comuni e utilizzate in cucina sono il prezzemolo, la menta, il basilico, il rosmarino, il timo, l’origano, la salvia e la maggiorana. 

Ognuna di esse ha delle caratteristiche specifiche che le rendono adatte a determinati tipi di piatti, ma spesso possono essere utilizzate in modi diversi a seconda del proprio gusto personale. La stagionalità delle erbe aromatiche è variabile e dipende dal clima della zona in cui si vive. In genere, il prezzemolo, la menta, la salvia e il timo sono erbe disponibili tutto l’anno, mentre il basilico e l’origano sono più tipici della primavera e dell’estate. Il rosmarino e la maggiorana, invece, si trovano facilmente in autunno e inverno.

Per utilizzare al meglio le erbe aromatiche in cucina è importante conoscere le giuste dosi da utilizzare e il momento in cui aggiungerle ai piatti. Il prezzemolo, ad esempio, è ottimo per insaporire salse e minestre, mentre il basilico è perfetto per condire insalate, pasta e pizza.

Il rosmarino si presta bene per profumare carni alla griglia e patate al forno, mentre il timo è ideale per insaporire piatti di pesce e verdure.

Per trarre il massimo beneficio dalle erbe aromatiche, è consigliabile utilizzarle fresche anziché essiccate, in quanto mantengono intatti i loro oli essenziali e il loro profumo. Inoltre, è preferibile aggiungerle alla fine della cottura per evitare che perdano le loro proprietà aromatiche.

In conclusione, le erbe aromatiche sono un ingrediente indispensabile in cucina per arricchire i nostri piatti di gusto e profumo. Conoscere le varie tipologie, la loro stagionalità e come utilizzarle al meglio ci permette di sperimentare nuove combinazioni e creare piatti sempre più gustosi e originali.

Quindi, non esitate a sperimentare con le erbe aromatiche e lasciatevi conquistare dai loro aromi unici!

 La magia del Carnevale di Oristano: la Sartiglia!

Il Carnevale di Oristano è un evento unico nel suo genere, capace di incantare e coinvolgere chiunque abbia la fortuna di parteciparvi. In questa affascinante manifestazione, la protagonista indiscussa è la Sartiglia, una tradizione millenaria che richiama l’attenzione di turisti e visitatori da ogni parte del mondo. Una tradizione dalla magia unica intensamente vissuta dagli abitanti di Oristano e dell’intera Sardegna.

La Sartiglia è una giostra equestre che si svolge nella splendida cornice del centro storico di Oristano, sin dal XIV secolo. Questo evento affascinante e antico si tiene nel giorno di martedì grasso, offrendo uno spettacolo travolgente e coinvolgente per tutti i presenti. Cavalieri abilmente vestiti con antichi costumi, tentano di fare centro alla stella appeso in Piazza del Duomo per poi sfidarsi in audaci acrobazie a cavallo nella via Mazzini. La precisione e l’abilità dimostrate dai partecipanti rappresentano un vero e proprio omaggio alla tradizione equestre di Oristano.

Un’importanza storica di rilievo. La Sartiglia non è soltanto uno spettacolo affascinante, ma rappresenta anche un’importante occasione per riconnettersi con le radici storiche e culturali dell’intera comunità oristanese. Questa festa affonda infatti le sue radici nell’epoca medievale, quando Oristano era un importante centro politico nell’isola. La giostra equestre era parte integrante delle celebrazioni che segnavano la fine dell’inverno e l’inizio della primavera, con la speranza di assicurare un raccolto abbondante.

Gli oristanesi sono fortemente legati alla tradizione della Sartiglia e affrontano sempre con grande entusiasmo e partecipazione gli eventi correlati al Carnevale. Durante questa festività, oltre ai numerosi eventi collaterali come sfilate, balli e spettacoli di maschere, si possono gustare i dolci tipici di Carnevale.

Le zippole e i frati fritti, le chiacchiere e i ravioli fritti sono solo alcuni dei prelibati dolci che accompagnano le giornate festive, insieme alla degustazione della rinomata vernaccia, vino dalle note tipiche prodotto dalle cantine locali.

Il Carnevale di Oristano e la sua Sartiglia rappresentano una tradizione millenaria che suscita emozioni intense e coinvolge persone di tutte le età. Questo evento unico incanta per la sua storia, per la magia che si respira nell’aria e per l’amore che gli oristanesi provano nei confronti della propria cultura e delle proprie radici. Se siete in cerca di un’esperienza indimenticabile nel periodo del Carnevale, non potrete che rimanere affascinati dalla Sartiglia di Oristano.

Carnevale: la golosa tradizione delle zippole e dei fatti fritti.

In Sardegna, oltre ai paesaggi mozzafiato e alla ricca cultura, si possono scoprire delle delizie culinarie uniche. Dopo le feste natalizie, ci si prepara ad accogliere il carnevale, segno di festa e divertimento. Ogni paese ha la sua tradizione. Ogni paese ha il suo dolce tipico. Ogni paese ha la sua maschera.

Ma parlando di dolci, tra tutti, le zippole e i fatti fritti sono protagonisti indiscussi del carnevale sardo, rappresentando una tradizione che affonda le sue radici nel passato, accompagnata dall’inconfondibile sapore della vernaccia.

Le origini di questi dolci risalgono a tempi antichi, quando venivano preparati come simbolo di abbondanza e prosperità durante le festività pagane. Inizialmente, venivano realizzati con farina, ricotta, miele e spezie, ingredienti che richiamavano il culto per la natura e le divinità. Nel corso dei secoli, la ricetta si è evoluta, arricchendosi di varianti e dettagli tipici di ogni zona dell’isola.

Il carnevale sardo è un’ occasione perfetta per gustare le zippole e i fatti fritti, che vengono preparati con la massima cura nelle case da donne esperte e nelle pasticcerie tradizionali. Questi dolci, uniti al suono delle launeddas e alle danze delle maschere sarde, creano un’atmosfera magica, riunendo generazioni e trasmettendo il senso di comunità che caratterizza il carnevale della Sardegna.

La ricetta tradizionale delle zippole prevede una lievitazione lenta dell’impasto, ottenuto con farina, uova, zucchero e una punta di zafferano, che conferisce loro il caratteristico colore dorato. Successivamente, vengono fritte in olio bollente fino a diventare soffici e croccanti.

Un sorso di vernaccia e il carnevale può avere inizio.

Pesce: la lista della spesa a gennaio!

La Sardegna, con la sua ricca tradizione gastronomica legata al mare, offre una vasta varietà di pesci prelibati che possono essere gustati tutto l’anno. Anche durante il mese di gennaio, non mancano deliziosi pesci freschi capaci di sorprendere i palati più esigenti.Ma quale pesce troviamo sul banco nel mese di gennaio. Scopriamo le proprietà benefiche dei suoi prodotti e vediamo con quali ricette ne sfruttiamo al meglio il sapore.

L’orata è uno dei pesci più comuni e apprezzati in Sardegna. Questo pesce presenta una carne tendente al bianco, dal gusto delicato e gustoso. Ricca di proteine, vitamine e sali minerali, l’orata offre numerosi benefici per la salute, tra cui il supporto alla funzionalità cerebrale e cardiovascolare. Per gustarla al meglio in gennaio, si consiglia di prepararla arrosto con erbe aromatiche, alla griglia o in una gustosa zuppa di pesce.

Il dentice, con la sua carne rosa e compatta, è un altro pesce di grande pregio che abbonda nelle acque sarde in gennaio. Grazie alla sua consistenza e al sapore delicato, il dentice è ideale per molteplici preparazioni culinarie. Questo pesce è una fonte preziosa di proteine, omega-3 e vitamine del gruppo B. Potete farlo diventare il protagonista di un filetto alla griglia con limone e prezzemolo, oppure utilizzarlo per creare una succulenta zuppa di pesce.

La seppia invece è un mollusco che rappresenta una vera e propria specialità sarda conosciuta in tutto il mondo. Grazie al suo contenuto di proteine e minerali come ferro e calcio, la seppia è un ottimo alleato per la salute delle ossa e la produzione di globuli rossi. Può essere cucinata in diverse modalità, ma uno dei piatti più apprezzati è sicuramente il riso nero con seppie e patate, che esalta i sapori del mare.

Ancora tra i pesci del mese di gennaio, trovate sicuramente sul banco aa spigola, famosa anche con il nome di branzino, un pesce di mare dalle carni pregiate e digeribili. Ricca di proteine, la spigola fornisce preziosi nutrienti per la nostra salute muscolare. Potete gustarla in gennaio in una variante classica come la spigola all’acqua pazza, oppure prepararla al forno con olive e pomodorini per una nota di freschezza.

In gennaio, la Sardegna offre una varietà di pesci prelibati che accontentano i palati di chiunque. Oltre alla loro eccezionale bontà, i pesci sardi di questo periodo sono ricchi di proprietà benefiche per la salute grazie ai preziosi nutrienti che contengono. Scegliete l’orata, il dentice, la seppia o la spigola per una cucina ricca di gusto e tradizione, provando anche queste gustose ricette. Portate in tavola piatti che dal profumo del mare sardo e regalatevi un gusto sano e buono.

Tornare in forma dopo le feste.

Le festività natalizie sono spesso sinonimo di cene abbondanti, dolci irresistibili e brindisi che sembrano non finire mai. È facile lasciarsi trasportare dallo spirito festivo e indulgere a tavola senza troppi sensi di colpa. Tuttavia, una volta terminati i giorni di festa, è importante ritrovare un regime alimentare salutare e un ritmo di vita equilibrato. Con questo articolo, alcune strategie per rimettersi in forma dopo le feste natalizie.

Riprendere gradualmente l’attività fisica: dopo periodi di inattività o di eccessi alimentari, è importante riprendere l’attività fisica gradualmente. Si potrebbe iniziare con passeggiate giornaliere o attività fisiche a basso impatto come lo yoga. Man mano che il corpo si abitua, è possibile aumentare l’intensità e la durata degli allenamenti. 

Ripristinare l’equilibrio alimentare: dopo le abbuffate delle feste, è fondamentale reintrodurre gradualmente cibi sani nella routine quotidiana. I pasti dovrebbero essere equilibrati, con porzioni controllate e ricchi di frutta, verdura, proteine magre e fibre. È importante evitare di saltare pasti e di compensare con diete drastiche, che possono danneggiare il metabolismo.

Mantenere una buona idratazione: L’acqua è fondamentale per mantenere il nostro corpo idratato e favorire la funzionalità dei vari organi. Dopo gli eccessi delle feste, bisogna bere abbondanti quantità di acqua ogni giorno e limitare l’assunzione di bevande zuccherate o alcoliche.

Dopo le festività natalizie, tornare ad uno stile di vita equilibrato può sembrare un compito arduo, ma con le giuste strategie è possibile ritrovare il benessere. Implementare gradualmente un regime di alimentazione sano, riprendere l’attività fisica con costanza e trovare un giusto equilibrio sono i pilastri per ritrovare la forma fisica e il benessere dopo le abbuffate delle feste.

Parola di IdealMarket.

Il magico giorno della Befana: il sorriso dei bambini e le calze piene di dolcetti e carbone!

C’è un giorno speciale che ogni anno fa brillare gli occhi dei più piccoli: il giorno della Befana.

In questa festa tradizionale italiana, i bambini attendono impazienti che la Befana, una vecchia strega che compare nella notte tra il 5 e il 6 gennaio, arrivi nelle case per riempire le calze appese al camino con dolcetti e sorprese.

La magia comincia la sera del 5 gennaio, quando i bambini preparano le loro calze con cura, appendendole con affetto al camino. Quella notte, nel silenzio, la Befana inizia il suo viaggio portando la felicità nelle case di tutti i bambini. È una figura dolce ma misteriosa, vestita di stracci e con una lunga scopa che usa per volare da una casa all’altra.

E allora, mentre i bambini riposano serenamente, la Befana si avvicina con passo leggero e lascia i suoi doni: dolcetti colorati, cioccolatini, caramelle di ogni gusto e forma. È una dolce sorpresa che i bambini scopriranno al mattino seguente, come se la notte attraverso il camino avesse portato con sé una magia speciale.

Ma cosa succede se un bambino si è comportato male? Beh, tradizionalmente, la Befana lascia anche del carbone! Un modo giocoso per ricordare ai bambini che comportarsi bene è importante e che le azioni hanno conseguenze.

Immaginate l’emozione sui volti dei vostri piccoli quando, al mattino, si svegliano e vedono le calze piene di dolcetti e carbone! Sono momenti di gioia, di sorpresa e di allegria che resteranno impressi nella loro memoria e che contribuiranno a rendere il loro Natale ancora più speciale.

La Befana rappresenta l’ultimo dono delle festività natalizie, segnando la conclusione di una magica stagione che riempie il cuore dei bambini di felicità e speranza. Quindi, carissime famiglie, legate con affetto le calze al camino, raccontate ai vostri bambini la storia della Befana e trasmettete loro il valore dell’attesa, della magia e dell’amore che circondano questa antica tradizione.

Ricordiamoci che il giorno della Befana è un’occasione speciale per riunire la famiglia, condividere momenti di gioia e creare ricordi indelebili. Festeggiamo insieme, accogliendo con entusiasmo il dono della Befana e sognando sempre, perché nella speranza e nella magia si nasconde l’essenza del Natale.

Finché ci saranno bambini in attesa della Befana, la tradizione continuerà ad illuminare il nostro cammino e a riempire di gioia i nostri cuori.

Buon giorno della Befana a tutte le famiglie!

Alla scoperta di Mara Damiani: la designer dietro il calendario del 2024 di IdealMarket Despar

Alla scoperta di Mara Damiani: la designer dietro il calendario del 2024 di IdealMarket Despar

Il mondo del design è un universo affascinante, in cui creatività e talento si fondono per dar vita a opere uniche e innovative. Oggi, ci addentriamo nel mondo di Mara Damiani, una designer di talento che ha recentemente collaborato con IdealMarket Despar per la creazione del calendario del 2024.

Scopriamo insieme la sua storia e il suo contributo a questo progetto straordinario. Mara Damiani ha iniziato la sua carriera nel mondo del design con una passione innata per l’arte e la creatività. Dopo aver completato i suoi studi presso una rinomata scuola di design, ha iniziato a lavorare come designer freelance, guadagnandosi una reputazione per la sua abilità nel creare progetti unici e innovativi.

La collaborazione tra Mara Damiani e IdealMarket Despar per il calendario del 2024 è stata un’opportunità unica per entrambe le parti. IdealMarket Despar, un noto marchio nel settore della grande distribuzione, ha scelto Mara Damiani per la sua capacità di creare design accattivanti e originali. La designer ha lavorato a stretto contatto con il team di IdealMarket Despar per creare un calendario che rappresentasse al meglio i valori e l’immagine del marchio.

Il calendario del 2024 creato da Mara Damiani per IdealMarket Despar è un vero e proprio capolavoro di design. Il concept si basa su un mix di elementi moderni e tradizionali, con un’attenzione particolare per i dettagli e l’estetica. Ogni mese del calendario è caratterizzato da un design unico e accattivante, che cattura l’attenzione del pubblico e trasmette l’essenza del marchio IdealMarket Despar.

Il calendario del 2024 di IdealMarket Despar, creato da Mara Damiani, ha avuto un impatto significativo sul pubblico. Grazie al suo design innovativo e all’uso di colori vivaci, il calendario è diventato un oggetto molto apprezzato dai clienti del marchio. Inoltre, ha contribuito a rafforzare l’immagine di IdealMarket Despar come un’azienda moderna e all’avanguardia nel settore della grande distribuzione.

Mara Damiani è una designer di talento che ha lasciato il segno nel mondo del design con la sua collaborazione con IdealMarket Despar per il calendario del 2024. Il suo lavoro ha dimostrato la sua abilità nel creare design unici e innovativi, che catturano l’attenzione del pubblico e trasmettono l’essenza del marchio. Continueremo a seguire con interesse la carriera di Mara Damiani, sicuri che ci riserverà ancora molte sorprese nel mondo del design.

Speciali ispirazioni per l’addobbo della tavola natalizia!

Il Natale è un momento magico in cui le famiglie si riuniscono attorno alla tavola per condividere preziosi momenti di gioia e festa. Ecco perché è fondamentale creare un’atmosfera speciale grazie all’addobbo della tavola, un gesto semplice ma ricco di significato. Vediamo insieme quali idee originali ed emozionanti possiamo mettere in pratica per dare vita a una tavola natalizia unica, che porterà la magia della festa in ogni famiglia.

Prima cosa molto importante è la scelta dei colori. La tavola di Natale può essere decorata con una combinazione di colori tradizionali come il rosso, il verde e il dorato, per creare una sensazione di calore e festività. Possiamo poi aggiungere un tocco di magia utilizzando anche dettagli argentati o blu ghiaccio per una variante più incantata.

Poi pensiamo alla tovaglia. Scegliamo un tovagliato elegante e di qualità, preferibilmente bianco o color crema, per creare una base neutra per gli altri elementi decorativi. Aggiungiamo un runner natalizio, magari con fantasie di stelle, neve o renne, in modo da rendere la tavola ancora più affascinante

A questo punto, niente crea un’atmosfera intima e magica come le candele. Posiziona candele bianche, rosse o dorate al centro della tavola, magari in portacandele dal design natalizio. Puoi anche aggiungere candele profumate con delicate fragranze natalizie per trasportare tutta la famiglia in una dimensione di festa.

Abbelliamo il tutto con rami di abete, agrifoglio o altre piante tipiche del periodo natalizio per creare arretramenti lungo la tavola o come centrotavola. Aggiungi delle luci luminose per dare un tocco magico ai rami. Completa l’addobbo con piccole decorazioni natalizie come palle, campanellini o fiocchi.

Coinvolgi tutta la famiglia nella creazione di segnaposto personalizzati. Puoi realizzarli utilizzando bastoncini di cannella legati con nastrini colorati e con il nome degli ospiti scritti su bigliettini. In questo modo, ogni commensale si sentirà veramente speciale e protagonista.

E per definire il tutto pensiamo a un bel centrotavola insolito ed emozionante: una piccola scena natalizia, un villaggio di Natale o una cascata di lucciole. Daranno un tocco di sorpresa e gioia ai membri della famiglia, creando un’atmosfera unica che li farà sentire immediatamente immersi nel clima natalizio.

L’addobbo della tavola di Natale è una tradizione che crea un’atmosfera magica e familiare, rendendo ogni membro della famiglia speciale. Utilizzando i colori tradizionali, candele, piante e dettagli personalizzati, puoi creare una tavola natalizia unica che porterà gioia e festa nella tua casa. Prenditi il tempo per rendere la tua tavola speciale e crea così un’atmosfera magica in cui la famiglia sarà al centro della festa.

Che il Natale sia ricco di emozioni e di momenti indimenticabili per tutti!

IdealMarket, la magia del Natale!

Il Natale è una delle festività più attese dell’anno, un momento in cui le famiglie si riuniscono per celebrare, condividere momenti speciali e creare ricordi duraturi.

E cosa c’è di meglio che immergersi nell’atmosfera natalizia all’interno di un supermercato IdealMarket?

Questo luogo diventa un punto di riferimento per molte persone durante le festività, offrendo un’esperienza emozionante e familiare.

Appena varchi le porte di un supermercato IdealMarket, sarai accolto da un’esplosione di colori e atmosfera natalizia. Le decorazioni incantano i visitatori di tutte le età. Tanti oggetti per addobbare  a festa la tua casa. Renne, alberi, elfi: lasciati ispirare dalle diverse proposte e crea un’atmosfera unica che rifletta il tuo stile e la tua personalità.

Il Natale è anche il momento perfetto per scambiarsi doni e dimostrare affetto alle persone care. Nel reparto dedicato alimentari IdealMarket, troverai cesti già pronti e pensati per tutti i gusti e le età. Se no puoi scegliere tu di comporre un cesto con tutto ciò che più ti piace.

Ma IdealMarket non è solo un supermercato, è un luogo in cui le persone si ritrovano per dar vita al loro Natale. Durante le festività, potrai fare la tua spesa e prendere parte a iniziative speciali come degustazioni di prodotti tipici. Queste attività rendono l’esperienza di fare la spesa ancora più coinvolgente e divertente per tutta la famiglia.

Inoltre in tanti nostri punti vendita potrai scegliere i tuoi regali di Natale nello spazio Ovs o in quello Bata. Un pensiero per tutta la famiglia per vivere un Natale davvero speciale.

In conclusione, il Natale nei supermercati IdealMarket è un’esperienza emozionante e familiare, quindi, non perdere l’opportunità di visitarci durante le festività per lasciarti trasportare dalla magia del Natale.

Un nuovo traguardo in casa IdealMarket.

I traguardi raggiunti sono sempre delle grandi soddisfazioni.

Anche nel punto vendita di anta Giusta, in via Giovanni XXIII, da subito, abbiamo dato il meglio. L’abbiamo fatto nostro creando l’ambiente familiare che si ritrova in tutti gli altri punti vendita. Abbiamo cercato di far sentire il cliente a casa ma ci mancava ancora l’identità che distingue la famiglia IdealMarket.

Il 24 novembre abbiamo riaperto le porte, rinnovati esteticamente e nell’entusiasmo. Finalmente il nostro ambiente ci fa sentire il calore vero di IdealMarket. Il nostro format ci da sicurezza. Ogni reparto ha la sua bellezza e i suoi sorrisi.

Chi sceglie di fare la spesa a Santa Giusta, anche qui segue un percorso semplice, facile e comodo. All’ingresso i colori della frutta fresca di stagione e i profumi del mare del banco pescheria. Si prosegue con la brillantezza delle bottiglie della nostra cantina e con i freschi del banco latticini.

Qualche passo in avanti e si apre il mondo carne, gastronomia e banco salumi. Banchi dedicati, in cui il cliente può scegliere di farsi consigliare dal team IdealMarket, sempre pronto a soddisfare ogni sua esigenza al meglio.

Il percorso continua tra i surgelati, i prodotti per la casa, la corsia dedicata agli animali e tanto altro ancora.

In uscita una sorriso e un saluto dagli addetti alle casse che si raccomandano di rivedervi presto per un’altra spesa conveniente, facile e di qualità nel punto vendita di Santa Giusta, in via Giovanni XXIII.

Vi aspettiamo tutti i giorni: da lunedì a sabato dalle 8:00 alle 20:30 e la domenica dalle 8:30 alle 13:30 e dalle 16:30 alle 20:30.

Fico d’India, un frutto ricco di qualità.

I fichi d’India. In Sardegna fanno da contorno a molti paesaggi con i loro colori in fase di maturazione.

Lungo le strade se ne possono ammirare lunghe distese e molto spesso la tentazione è talmente forte che richiede una piccola sosta per raccoglierne e assaporarne qualcuno

Ma quali sono le caratteristiche principali di questi frutti?

Per molto tempo, il fico d’india ha rappresentato un simbolo della tradizione Azteca: oggi è fonte di interesse non solo in ambito alimentare ed agricolo, ma anche in quello fitoterapico e cosmetico.

I fichi d’India hanno un gusto dolce e offrono eccellenti proprietà per la salute. Favoriscono inoltre la longevità che non è un dato di poco conto.

Possono essere consumati tranquillamente anche da chi sta seguendo un regime dietetico perché apportano poco più di 50 calorie ogni 100 grammi e vantano un buon contenuto di fibre, che danno un importante senso di sazietà.

Il colore della polpa dipende dalla presenza di composti betalainici; in particolare, la betanina conferisce una tonalità rosso-porpora mentre l’indicazantina la colora di giallo.

 Al suo interno sono presenti biotioli, taurina, flavonoli, tocoferoli e carotenoidi.

La buccia contiene calcio, ferro, potassio, magnese, magnesio, sodio e selenio, i semi invece sono ricchi di fosforo e zinco.

Il mese dei fichi d’India è tipicamente settembre; i primi vengono raccolti alla fine di agosto, ma le specie più tardive arrivano anche a maturare a novembre. Possono essere conservati a lungo in frigorifero, ma la scelta migliore è consumarli quanto prima possibile, dopo un massimo di 2 giorni al freddo.

Bata da oggi ti aspetta nel nostro spazio Ovs di Oristano.

Un nuovo importante obiettivo è stato raggiunto dalla grande famiglia Eurospar e Ovs di viale Diaz a Oristano. Nell’ampio spazio Ovs, recentemente rinnovato a seguito della totale ristrutturazione dell’Eurospar, un’area è stata dedicata al marchio Bata, brand leader mondiale nella produzione e nella commercializzazione di calzature donna, uomo e bambino in grado di soddisfare con stile le esigenze di tutti. Non solo scarpe però, infatti presso lo store Bata si possono trovare anche borse e accessori.

Una sfida senza tempo: con qualche giorno di anticipo rispetto alle previsioni, grazie all’impegno del team Eurospar e Ovs, il 13 aprile è stata inaugurata l’area dedicata interamente alle calzature. Stili classici che si uniscono a quelli più moderni e un angolo dedicato alle calzature bimbo. Quest’ultimo rappresenta una vera e propria novità per i punti vendita Bata di metrature ridotte.

Grande soddisfazione e orgoglio in casa IdealMarket. Cambiamenti di stili, ampliamenti di spazi e inserimenti di nuovi Brand hanno portato un nuovo entusiasmo all’insegna Eurospar, rappresentata da 180 collaboratori che quotidianamente si dedicano con professionalità e competenza al loro lavoro. Il supermercato storico di Viale Diaz si sta confermando sempre più un punto di riferimento per gli oristanesi, che trovano tutto ciò che occorre per la spesa di tutti i giorni, ma anche abbigliamento e calzature per tutta la famiglia. La nuova apertura di Bata è l’ulteriore conferma dello spirito aziendale di IdealMarket: radici ben ancorate alla storia del punto vendita, sguardo proiettato verso il futuro e l’innovazione, cure e attenzioni verso tutti i clienti. 

Ci sei mancata, primavera.

Dopo tre anni di primavere timide e impattate dalla pandemia, finalmente quest’anno possiamo ritrovare il piacere di indossare la buona stagione e sfoggiare i colori delle nuove collezioni.

Ma quali sono i colori della primavera 2023?

Abbiamo solo l’imbarazzo della scelta: dai colori pastello, al Navy rivisitato e rinfrescato, passando per colori sgargianti ma mai esagerati fino ad approdare alle care amate righe.

Gli armadi delle donne si popoleranno di pantaloni in cotone, lino e jeans, tutti con taglio a palazzo,  flare e cropped flare.

On top avremo camicie e bluse prevalentemente in cotone e denim, rigorosamente oversize regular e relaxed fit, a righe verticali e strette, in fantasia e a tinta unita sì, ma per niente banali nei cromatismi. Tutto ciò impreziosito dal collo alla coreana.

La moda uomo invece trova i blazer slim fit, anche se la vera protagonista della primavera 2023 sarà la shacket: la camicia/giacca perfetta per un look davvero cool.

Toni classici solo per le giacche, infatti l’uomo indosserà t-shirt blu, verdi, gialle, rosa e righe orizzontali più o meno larghe.

Taglio slim fit e colori classici per i pantaloni in denim e chino.

E per i e le più giovani?

Felpe da college americano, polo che sembrano quelle delle squadre di rugby e football, maglioni da tennis club, blazer blu da divisa, giubbotti university, camicie hawaiane. Capi intercambiabili maschi e femmine, come i jeans e i bermuda. 

Ma anche “mini-me”: i bambini possono vestirsi come i loro papà con la camicia di lino o Oxford, i panta chino o i bermuda a righe, i cargo e la giacca. Le bambine hanno anche l’opzione dei fiorellini, delle balze, dei ricami, delle righe, del madras, dei pois. Ci sono i vestitini con le ruches e tanti colori saturi, il tie-dye e il lurex.

Aspettando la primavera.

Sta per arrivare la primavera e con lei anche quella sensazione di sonnolenza, spossatezza, tipica del cambio di stagione.

Ma come possiamo ritrovare le energie che le prime giornate di sole ci portano via?

Una corretta alimentazione e uno stile di vita che ben si concilia con le belle giornate sicuramente possono aiutarci e darci una carica in più.

A tavola ci aiutano non solo la frutta e la verdura, ma anche pesce e formaggi che, contrariamente a quanto si pensa, seguono anch’essi una stagionalità.

Asparagi, ravanelli, carciofi, spinaci, finocchi e rucola sono un vero tesoro di salute, con vitamine B9, K, C, ferro, rame, fosforo, potassio, zolfo, fibre.

Dalla terraferma ci spostiamo al mare e la primavera ci porta in tavola merluzzo, nasello e lo sgombro. Quest’ultimo ha una carne gustosa e grassa, ricca di vitamine B e D, ferro e omega-3.

Da marzo a giugno, in pescheria, troviamo anche granchi, gallinelle e scorfani.

Ad aprire la stagione primaverile sono le carni bianche, come il coniglio, poco grasso, facilmente digeribile e con una giusta dose di proteine. Altre carni di stagione da preferire sono agnello, anatra, pollo e tacchino.

Per quanto riguarda i formaggi, da marzo in poi cerchiamo di consumare quelli freschi, ovini e caprini, o comunque poco stagionati.

Tirando le somme, se da una parte è vero che la primavera ci toglie un po’ di energie, dall’altra abbiamo un ventaglio di opzioni deliziose per il nostro piano alimentare.

Quindi spalanchiamo porte finestre e pancia alla primavera.

Il Carnevale di Oristano

I rulli dei tamburi e gli squilli di trombe iniziano a riempire, non troppo timidamente, le strade di Oristano. Si avvicina la Sartiglia, il centro della città si veste di sabbia e tutti sono in trepidante attesa dei momenti caratteristici della giostra equestre più bella di sempre.

La sfilata, la vestizione, i preparativi dei cavalieri nelle scuderie, il bando, i “Si prega di non utilizzare i flash per il benessere e la tranquillità dei cavalli”. Tutto questo e molto altro è Oristano nei giorni della Sartiglia

E c’è un elemento che scandisce con carattere ogni fase del carnevale: la Vernaccia.


La Vernaccia di Oristano è un vino DOC (prima DOC riconosciuta in Sardegna nel 1971), prodotto da uve a bacca bianca, che per la sua vinificazione prevede una maturazione ossidativa in botti scolme e in presenza di ossigeno, con la formazione di un velo di lieviti flor.

Ciò che distingue la Vernaccia di Oristano da qualsiasi altro vino è il suo bouquet aromatico. Profumi e sapore di questo vino sono inconfondibili e, tra tutto ciò che naso e bocca possono sentire, spicca il cosiddetto “murruai”.
Su murruai è il tipico sentore amarognolo, accompagnato da sentori di fiori di pesco e mandorlo, note di mandorla, il tutto accentuato dall’alcolicità. Un insieme di sapori, profumi, sensazioni, anche molto complesse da descrivere, che si riassumono con una sola parola: murruai.

Salute a tutti!
Attrus annus mellus, Deus bollat.